Sentiamo e leggiamo spesso che bere acqua è fondamentale per la salute. Niente di più vero. Una corretta idratazione è alla base del nostro benessere: favorisce i processi metabolici, aiuta a regolare la temperatura corporea, facilita la digestione, migliora la concentrazione, rende la pelle più luminosa e molto altro.

Uno stile di vita sano parte dunque dall’acqua, ma si compone di tante altre piccole abitudini che a volte tendiamo a sottovalutare e che giocano un ruolo primario nella nostra ricerca di equilibrio. Proviamo a scoprire quali sono e come si coniugano con un consumo corretto di acqua.

New call-to-action

7 buone abitudini per uno stile di vita sano ed equilibrato

donna_yogaNon saltare i pasti: questa pratica, dettata dalla mancanza di tempo o da restrizioni autoimposte, può facilmente portare a squilibri nutrizionali e disordini alimentari. È invece bene mangiare spesso (anche 5 volte al giorno), scegliendo con cura i cibi e le quantità.

Mangiare lentamente: favorisce la digestione e aiuta a diminuire progressivamente il senso di fame, mitigando l’appetito e impedendoci di abbuffarci.

Evitare gli eccessi di sale e zuccheri: non vuol dire solamente non dolcificare troppo il caffè o non insaporire troppo la carne, significa soprattutto stare attenti ai carboidrati (presenti nella pasta o nel riso) e al sodio “nascosto”, presente in grande quantità per esempio negli insaccati.

Dormire a sufficienza: riposare 7-8 ore a notte, regolarmente, aiuta a mantenere la lucidità nelle attività quotidiane e a evitare gli sbalzi d’umore, oltre a prevenire problematiche fisiche come ipertensione, diminuzione delle difese immunitarie e persino obesità.

Proteggersi dal sole: anche in inverno è importante contrastare l’effetto dei raggi solari, in caso di esposizioni prolungate. Le creme non solo aiutano a contrastare l’invecchiamento della pelle, ma anche a prevenire malattie della pelle.

Fare attività fisica: anche solamente una passeggiata di 30 minuti al giorno può fare la differenza e contrastare gli effetti negativi di una vita totalmente sedentaria.

Bere acqua: per tutti i benefici di cui abbiamo parlato in precedenza, idratarsi correttamente risulta fondamentale per uno stile di vita sano ed equilibrato.

5 abitudini che pensi siano sane ma che in realtà non lo sono

Evidenziati alcuni comportamenti virtuosi, è ora il momento di scoprirne altri che lo sono solamente in apparenza, ma che in realtà nascondono dei risvolti poco salutari.

Assumere vitamine e integratori: può sembrarci la soluzione ideale per i momenti di spossatezza dovuti al cambio stagione, ma il loro utilizzo deve sempre essere commisurato alla nostra alimentazione e idratazione. 

Fare un riposino pomeridiano: qualcuno lo ritiene un toccasana, ma la verità è che spesso influisce negativamente sulla nostra lucidità e può avere una cattiva influenza sul naturale ritmo sonno-veglia.

Bere troppi cocktail analcolici: l’alcol è certamente dannoso per la nostra salute, ma i succhi di frutta e gli sciroppi utilizzati per la preparazione dei drink analcolici (ricchi di zuccheri) possono avere effetti altrettanto negativi.

Cenare con la frutta: ideale a colazione o come spuntino di metà mattina, l’alto quantitativo di zuccheri presente nella frutta la rende difficile da metabolizzare se mangiata prima di andare a letto, per quanto possa apparire un pasto “leggero”.

Bere acqua fredda durante i pasti: un’alterazione eccessiva della temperatura dello stomaco può creare problemi digestivi, senso di gonfiore e persino dolori. Per questo è preferibile bere acqua a temperatura ambiente.

Meglio bere acqua frizzante o naturale?

bolle_acquaDetto di quanto sia importante idratarsi correttamente nel quadro di uno stile di vita sano ed equilibrato, una domanda che spesso ci si pone è quali siano le differenze tra acqua frizzante e acqua naturale e, soprattutto, quale delle due risulti migliore per il nostro organismo.

La verità è che non esiste una risposta univoca a questo quesito: l’acqua frizzante (che può essere effervescente naturale o carbonata artificialmente) è per molti più gradevole al palato, in quanto le bollicine sono in grado di stimolare i recettori del gusto e di fornire una maggiore sensazione di freschezza. Tuttavia, a livello nutrizionale non c’è alcuna differenza tra le due acque e alla fine la scelta si riduce a una questione di gusti e di abitudini.

Va comunque sottolineato che un consumo eccessivo di acqua gassata può provocare, a lungo andare, problemi di gonfiore e disturbi in chi già soffre di gastrite o di reflusso gastroesofageo. In questi casi alternare il consumo di acqua naturale e frizzante, o diluire quest’ultima, è la scelta più opportuna.

Meglio bere acqua fredda o a temperatura ambiente?

In questo caso la differenza si fa più sostanziale e la scelta tra l’una o l’altra può incidere in maniera significativa sul nostro organismo.

L’acqua fredda, a patto che venga assunta a piccoli sorsi, è ideale prima e dopo un allenamento sportivo, oppure in situazioni di grande caldo, perché aiuta a regolare la temperatura corporea. È inoltre una valida alleata per la perdita di peso, in quanto stimola il metabolismo e contribuisce a bruciare calorie.

L’acqua tiepida o a temperatura ambiente, invece, è da preferire in tutte le altre situazioni: al mattino aiuta a mettere in moto l’apparato digerente, durante i pasti evita possibili congestioni e favorisce una corretta digestione, garantisce inoltre un tempestivo smaltimento delle tossine e aiuta a preservare l’elasticità della pelle.

Che tipo di acqua è preferibile bere?

bicchieri_acquaLa scelta dell’acqua, naturalmente, non si limita alle opzioni naturale-frizzante o fredda-temperatura ambiente. Esistono moltissimi tipi di acqua in bottiglia e non tutti possono essere considerati adatti a chiunque. Quali sono dunque le differenze?

Acque ricche di sali minerali: hanno un residuo fisso superiore ai 1500 mg/l e pertanto contengono alti livelli di elementi come sodio, calcio, magnesio...Sono indicate per chi ne ha carenza o per chi svolge attività sportiva intensa, ma rischiano di creare effetti dannosi per i consumatori comuni.

Acque minerali: hanno un residuo fisso compreso tra i 500 e i 1500 mg/l e risultano dunque piuttosto ricche di sali. Anche in questo caso chi non presenta esigenze specifiche dovrebbe consumare tali acque con moderazione.

Acque oligominerali: hanno un residuo fisso compreso tra i 50 e i 500 mg/l. Dissetano e assicurano un apporto di sali minerali moderato, risultando adatte praticamente a chiunque.

Acque minimamente mineralizzate: hanno un residuo fisso inferiore ai 50 mg/l, che le rende estremamente digeribili e, pertanto, adatte soprattutto all’alimentazione neonatale. Per il consumatore comune possono risultare eccessivamente povere di sali minerali.

Acqua e dieta mediterranea: l'accoppiata per la longevità

La dieta mediterranea è caratterizzata da elementi che la rendono unica al mondo e che, quando assunti in maniera corretta, determinano grandi benefici per la salute. Alla base di questo stile di vita vi è il consumo di cereali e legumi, frutta e verdura di stagione, uniti a grassi di origine vegetale (come quelli presenti nell’olio extravergine di oliva). Decisamente più limitata, invece, l’assunzione di grassi e proteine animali, così come quella di zuccheri semplici.

Tra i principali benefici della dieta mediterranea vi è un alto apporto di vitamine e un contenimento dei livelli di glicemia e colesterolo, che favorisce la prevenzione delle patologie cardiovascolari e di malattie come il diabete.

Alla base di tutto ciò, naturalmente, c’è sempre un corretto consumo di acqua: l’elemento essenziale che stimola i processi metabolici, ci aiuta a digerire, a liberarci dalle tossine e a regolare la temperatura corporea. In poche parole, l’acqua è in grado di massimizzare gli effetti della dieta mediterranea, configurandosi come la sua più valida alleata per il nostro benessere.

Acqua e ritenzione idrica

legsTra i moltissimi benefici dell’acqua c’è la sua capacità di contrastare la ritenzione idrica. Quando parliamo di questo disturbo intendiamo la tendenza dell’organismo a trattenere liquidi in alcune zone del corpo, specialmente in quelle predisposte all’accumulo di grasso (cosce, addome e glutei), dando origine a fastidiosi inestetismi come la cellulite. A causare la ritenzione idrica possono essere patologie specifiche, ma nella maggior parte dei casi essa è legata a uno stile di vita poco sano, molto sedentario e con un consumo eccessivo di alimenti ad alto contenuto di sodio.

Quest’ultimo può essere facilmente contrastato con una dieta più attenta e, soprattutto, bevendo molta acqua, che aiuta a diluire il sodio in eccesso e che risulta pertanto il metodo più semplice ed efficace per “sconfiggere” la ritenzione idrica. Due litri di acqua oligominerale al giorno, assunta spesso e in piccole dosi, sono la soluzione ideale per questo problema.

Bere acqua sorgenti Blu fa bene a te e all'ambiente

L’acqua Sorgenti Blu è l’ideale per chi è alla ricerca di uno stile di vita sano ed equilibrato. Sgorga da bacini idrogeologici naturali, protetti e controllati. È un’acqua 100% italiana sottoposta a rigidi controlli di qualità e analisi chimico-fisiche per garantirne l’assoluta purezza. Viene imbottigliata allo stato naturale e consegnata al cliente entro 5 giorni, assicurando la freschezza del prodotto.

Bere acqua Blu non significa solamente scegliere qualità e sicurezza, ma anche tutelare l’ambiente: i boccioni Blu, infatti, limitano il consumo di bottigliette e l’accumulo di plastica, uno dei rifiuti più dannosi per i nostri ecosistemi. Inoltre Blu ritira i boccioni vuoti, che vengono riciclati al 100%. A riprova del fatto che, con le giuste scelte di vita, è possibile far del bene tanto a se stessi quanto all’ambiente che ci circonda.

Attiva Blu per la tua casa

3 buoni motivi per bere acqua Sorgenti Blu

3-buoni-motivi-per-bere-acqua-blu-service-prova-il-servizio-gratis Ci sono tanti buoni motivi per cui bere acqua Sorgenti Blu è la soluzione migliore per te, la tua azienda e l’ambiente. Noi ne abbiamo scelti tre, quelli che ci stanno più a cuore e che meglio rappresentano la nostra identità: vediamoli insieme!

Piccoli accorgimenti per la salvaguardia dell'ambiente: hai pensato a come bevi?

tips-salvaguardia-ambiente L’acqua è l’elemento costitutivo di molte specie viventi, il più importante sul nostro pianeta e il primo di cui abbiamo bisogno per vivere. Molto spesso, però, tendiamo a considerarla una risorsa inesauribile e la utilizziamo in maniera eccessiva, sprecandola. 

Togliti il pensiero dell'acqua con i boccioni Blu

togliti-il-pensiero-dellacqua-con-i-boccioni-blu_1 L’acqua minerale naturale degli erogatori a boccione Blu è un’acqua 100% italianaproveniente da due fonti: una in Liguria e una in Emilia Romagna. Grazie all’efficiente gestione logistica, l’acqua arriva nel tuo ufficio entro soli 5 giorni dall’imbottigliamento