Ho.Re.Ca: non solo food, ma anche acqua

Piatto_bicchiere

La realtà contemporanea ci racconta di un popolo di consumatori sempre più attento alle tematiche dell’alimentazione sana e del benessere nutritivo. Un pubblico alla continua ricerca di una gastronomia raffinata e di qualità, ma sempre al giusto prezzo. Queste esigenze, negli ultimi anni, sono state intercettate dal settore della grande distribuzione organizzata, che ha messo a disposizione dei propri clienti una vastissima quantità di prodotti pensati per venire incontro alle crescenti richieste di naturalezza, genuinità, gusto e leggerezza.

Il desiderio di un’alimentazione ricercata e incentrata sulla qualità delle materie prime ha avuto un impatto importantissimo anche sul settore Ho.Re.Ca, che si è trovato a dover far fronte a una clientela sempre più attenta ai dettagli sia per quanto riguarda ciò che le viene offerto sia per ciò che concerne il servizio

Alberghi, ristoranti, bar e imprese di catering devono impegnarsi ogni giorno per garantire raffinatezza, creatività, gusto e un servizio d’eccellenza. Tutto ciò significa mettere a disposizione non solo buon cibo, ma anche buona acqua: già, perché per un pasto di qualità è fondamentale anche bere bene, gustando un’acqua buona, pura, sicura, che venga prodotta riducendo al minimo il consumo di plastica e che sia servita in maniera elegante. 

Può apparire un dettaglio, ma non lo è: un’attività che vuole mettere in risalto la propria qualità deve garantire un servizio attento e non può fare a meno di un’acqua che rispecchi tali caratteristiche.

Come dissetare i propri clienti: tipi di acqua a confronto

Detto di quanto sia importante far bere bene i propri clienti per garantire un servizio di primissima qualità a 360°, proviamo ora ad analizzare le diverse possibilità offerte dal mercato, cercando di identificarne pregi e difetti e di capire quali tipi di acqua possono utilizzare i player del settore Ho.Re.Ca.

Acqua in bottiglia

È una soluzione piuttosto versatile, che a seconda della tipologia di bottiglia può essere sfruttata in contesti anche molto diversi.

  • Bottiglie di plastica: vengono ritenute indispensabili da chi possiede un bar, in quanto risultano la scelta più comoda per i clienti che hanno necessità di un servizio rapido e di facile trasporto. Possono essere utilizzate anche dalle attività di catering per eventi non eccessivamente grandi, mentre risultano totalmente fuori contesto in altri ambiti della ristorazione come alberghi e ristoranti. Sono naturalmente fonte di rifiuti con un alto impatto ambientale.
  • Bottiglie di vetro: costituiscono un’alternativa più elegante ed ecologica alle bottiglie di plastica, adatta anche a un servizio al tavolo. Sono anch’esse fonte di rifiuti (sebbene il vetro possa essere riciclato all’infinito) e le loro dimensioni comportano la necessità di spazi considerevoli per lo stoccaggio delle scorte.

Erogatori a boccione

Si tratta di dispenser facilissimi da installare (è sufficiente una presa elettrica) e da ricaricare, sostituendo all’occorrenza il boccione. Contengono acqua Minerale Naturale e di Sorgente, che può essere erogata calda, fredda, a temperatura ambiente e anche gassata. Rispetto alle bottigliette, costituiscono un risparmio in termini di consumo di plastica. Sono più comunemente diffusi negli uffici, ma possono essere un’ottima soluzione anche in alcuni contesti specifici del settore Ho.Re.Ca: un evento temporaneo, la hall di un albergo, l’area spa e benessere...

Erogatori a rete idrica con sistemi di microfiltrazione

Si tratta di sistemicollegati direttamente alla rete idrica pubblica che possono refrigerare, riscaldare o gasare l’acqua. Gli erogatori a rete idrica sono in grado - grazie ai loro sistemi di microfiltrazione - di migliorare le caratteristiche organolettiche di un’acqua già assolutamente potabile

 

Garantiscono riduzione dell’impatto ambientale ed eliminano le problematiche di spazio relative allo stoccaggio delle bottiglie. Sono una soluzione pratica per il servizio al tavolo di bar, hotel e ristoranti in abbinamento ad eleganti caraffe in vetro.

New call-to-action

Acqua in bottiglia o del rubinetto per il settore Ho.Re.Ca?

Spesso chi si occupa di ristorazione si trova nella posizione di dover scegliere quale tra le soluzioni che abbiamo appena analizzato sia la migliore per le proprie esigenze: soddisfare i clienti da un lato, contenere lo spreco di risorse dall’altro. Prendiamo in considerazione in particolare le due più diffuse, per provare a capire quale può rivelarsi vincente: l’acqua in bottiglia o quella del rubinetto?

L’acqua in bottiglia, specialmente se parliamo di bottiglie in vetro, è una garanzia per il cliente: è sinonimo di ottima qualità, di purezza, di un buon quantitativo di sali minerali e può presentarsi in maniera anche molto elegante. Ciò che molti si aspettano nel contesto di un servizio attento e di livello, in poche parole. 

Dal punto di vista del ristoratore, però, fornire ai propri clienti acqua in bottiglia significa dover avere sempre sotto controllo le scorte, impiegare molto spazio per lo stoccaggio e investire risorse nello smaltimento dei rifiuti che inevitabilmente vengono a crearsi.

L’acqua del rubinetto, proveniente direttamente dalla rete idrica pubblica, ha lo svantaggio apparente di offrire qualche garanzia in meno dal punto di vista del gusto e della purezza e di non poter essere servita al cliente con la stessa praticità dell’acqua in bottiglia. 

In realtà, dotandosi di un erogatore con sistema di microfiltrazione, questi ostacoli possono facilmente essere superati: grazie a speciali filtri, infatti, l’acqua del rubinetto migliora le proprie caratteristiche organolettiche (quindi odore e sapore), senza perdere gli attributi chimico-fisici che già la rendono perfettamente sicura da bere. Gli erogatori, inoltre, consentono di refrigerarla, scaldarla o gasarla con estrema facilità, rendendola pronta per qualunque tipologia di cliente. 

Questo sistema, unito all’eleganza di pratiche caraffe, rende questa soluzione pratica e perfetta per il servizio in qualsiasi contesto. Il tutto, naturalmente, accompagnato da un considerevole risparmio in termini di risorse, spazio e impatto ambientale.

Acqua addolcita vs acqua microfiltrata: somiglianze e differenze

bicchiere_acqua_rubinetto

Abbiamo evidenziato come l’acqua della rete idrica si presenti come la soluzione più conveniente per il settore Ho.Re.Ca sotto diversi punti di vista, a patto che venga opportunamente filtrata per eliminare odori e retrogusti indesiderati. Sui concetti di microfiltrazione e depurazione occorre tuttavia fare un po’ di chiarezza, perché un’acqua microfiltrata e un’acqua addolcita non sono la stessa cosa, bensì il frutto di processi meccanici diversi: la microfiltrazione, appunto, da un lato e l’osmosi inversa dall’altro. Cominciamo ad analizzare quest’ultimo.

L’osmosi inversa è un procedimento che consiste nel passaggio dell’acqua attraverso una membrana semipermeabile in direzione opposta a quella naturale. Al contrario di quanto avviene con l’osmosi, infatti, le molecole dell’acqua vengono spinte grazie a una pompa dalla soluzione più concentrata (ricca di sali) a quella più diluita (povera di sali). Il concentrato viene poi scartato, mentre il resto è pronto per l’utilizzo

Questo processo consente di rimuovere dall’acqua la quasi totalità delle sostanze ed è quindi ideale per quelle acque di falda che, seppur potabili, contengono alte concentrazioni di nitrati, diserbanti o antiparassitari. Attenzione però, perché per la maggior parte delle acque pubbliche questo trattamento risulta sovrabbondante, tanto che l’acqua osmotizzata, quando utilizzata per il consumo umano, va remineralizzata.

La microfiltrazione è invece un processo meccanico che sfrutta esclusivamente la presenza di una maglia filtrante (con pori che vanno dagli 0,1 ai 10 micrometri di diametro) per trattenere le sostanze indesiderate e lasciar passare le molecole d’acqua. Questo sistema consente di eliminare diversi corpi estranei, senza andare ad intaccare il livello di sali minerali

L’acqua microfiltrata risulta dunque migliore dal punto di vista organolettico (con sapori e odori più gradevoli), e mantiene inalterate le proprie caratteristiche chimico-fisiche. Inoltre, al contrario di quanto avviene con l’osmosi inversa, non vi è alcuno scarto e nessuna goccia d’acqua risulta sprecata.

New call-to-action

Le soluzioni Blu per il settore Ho.Re.Ca

Blu mette a disposizione dei propri clienti dei moderni erogatori a rete idrica con sistemi di microfiltrazione, in un’ampia gamma di modelli adatti per qualunque esigenza, dal contesto casalingo a quello imprenditoriale. I filtri utilizzati sono barriera nei confronti di eventuali impurità. Il servizio di Blu, inoltre, garantisce periodicamente la sostituzione del sistema di filtrazione e la sanificazione dell’intero circuito.

Una soluzione pratica ed efficace anche per i player del settore Ho.Re.Ca, grazie soprattutto al design moderno ed elegante dei prodotti offerti da Blu. Qualche esempio?

Pro Stream è un rubinetto con erogatore sottobanco dal look ricercato che può erogare fino a 45 litri d’acqua all’ora. Può essere personalizzato con le opzioni freddo e/o gasato e risulta particolarmente indicato per bar e ristoranti di piccole dimensioni: è perfetto in abbinamento con le nostre eleganti caraffe (Elegance, Ypsilon o Flow Slim).

L’erogatore da banco Hi-Class Premium (che si distingue per il moderno touch screen) combina perfettamente le esigenze di prestazione, compattezza e raffinatezza, risultando la soluzione ideale per luoghi di passaggio come la hall o l’area relax di un albergo.

L’erogatore da terra Niagara, professionale e robusto, arriva ad erogare fino a 180 litri d’acqua all’ora ed è perfetto per le grandi utenze. Si presta particolarmente bene, ad esempio, alle mense aziendali.

La migliore tecnologia, il design più ricercato, un servizio completo e senza pensieri: tutto questo per garantire ai tuoi clienti la tranquillità di bere un’acqua buona e sicura.

New call-to-action

3 buoni motivi per bere acqua Sorgenti Blu

3-buoni-motivi-per-bere-acqua-blu-service-prova-il-servizio-gratis Ci sono tanti buoni motivi per cui bere acqua Sorgenti Blu è la soluzione migliore per te, la tua azienda e l’ambiente. Noi ne abbiamo scelti tre, quelli che ci stanno più a cuore e che meglio rappresentano la nostra identità: vediamoli insieme!

Piccoli accorgimenti per la salvaguardia dell'ambiente: hai pensato a come bevi?

tips-salvaguardia-ambiente L’acqua è l’elemento costitutivo di molte specie viventi, il più importante sul nostro pianeta e il primo di cui abbiamo bisogno per vivere. Molto spesso, però, tendiamo a considerarla una risorsa inesauribile e la utilizziamo in maniera eccessiva, sprecandola. 

Togliti il pensiero dell'acqua con i boccioni Blu

togliti-il-pensiero-dellacqua-con-i-boccioni-blu_1 L’acqua minerale naturale degli erogatori a boccione Blu è un’acqua 100% italianaproveniente da due fonti: una in Liguria e una in Emilia Romagna. Grazie all’efficiente gestione logistica, l’acqua arriva nel tuo ufficio entro soli 5 giorni dall’imbottigliamento